Visualizzazione post con etichetta dolci senza lattosio. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta dolci senza lattosio. Mostra tutti i post

giovedì 9 marzo 2017

Ciambella al latte di cocco

Questa ricetta tratta dal blog di Natascia "Poesie di zucchero e farina"  mi ha colpito appena l'ho letta perché io adoro il cocco ma a casa piace solo a me e quindi in genere evito di utilizzarlo per i dolci. Poi ho sempre usato la farina di cocco che però ha il problema di essere un po' secca, quindi l'idea di usare il latte di cocco mi ha davvero incuriosita.
Il risultato è stato all'altezza delle aspettative...un dolce morbidissimo e profumato, soffice e umido che è piaciuto a tutti!
Inoltre è un dolce senza latte, senza burro (adatto anche a chi è intollerante al lattosio) e senza olio poiché la parte grassa è data direttamente dal latte di cocco.



INGREDIENTI

farina 220 g
cocco rapè 80 g
zucchero 120 g
latte di cocco 200 ml
uova 2
lievito per dolci 1 bustina
sale 1 pizzico

PROCEDIMENTO

Setacciare la farina, il cocco e il lievito. Montare in planetaria le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere il latte di cocco e amalgamare bene. Aggiungere il sale e poi, poco per volta, gli ingredienti secchi. Versare il composto in una teglia per ciambella e cuocere in forno preriscaldato a 170°C per 40 minuti. Una volta raffreddato si può decorare con una semplice glassa composta da acqua e zucchero a velo e spolverare con cocco rapè.





giovedì 3 novembre 2016

Ciambella al mandarino

Finalmente sono arrivati i mandarini, uno dei miei frutti preferiti e questa profumatissima ciambella è proprio quello che ci vuole per la colazione di questi giorni autunnali. La ricetta è quella che faccio sempre per il ciambellone con il Bimby ma l'ho rielaborata sostituendo all'acqua il succo di mandarino e aggiungendo buccia grattugiata e pasta di mandarino...sempre fatta da me!





INGREDIENTI

zucchero a velo 250 g 

farina 250 g 
uova  3
olio di semi 130 g 
succo di mandarino 130 g
lievito per dolci 1 bustina 

buccia grattugiata di 2 mandarini
un pizzico di saleq

un bicchierino di liquore (rhum, limoncello...)

pasta di mandarino 30 g



PROCEDIMENTO


Nel Bimby sbattere zucchero e uova a velocità 4 per 1 min. Aggiungere olio, succo di mandarino, liquore e sale e sbattere un altro minuto sempre a velocità 4. Infine aggiungere la farina, il lievito setacciato, la buccia e la pasta di mandarino e sbattere ancora per 2 minuti sempre a velocità 4.

Imburrare e infarinare uno stampo a ciambella da 24 cm. Cuocere a 175°C per circa 40-45 min. Verificare la cottura con uno stecchino. Una volta fredda si può decorare con una glassa preparata con succo di mandarino e zucchero a velo.



Velocissimo da preparare e anche....da mangiare!!! Leggero perché senza burro e adatto anche a chi non tollera il lattosio.


mercoledì 21 settembre 2016

Biscotti morbidi...senza uova e senza burro!!!

Ogni tanto provo anche qualche ricetta dietetica e questa mi ha proprio convinta. All'inizio era più un esperimento: come sarebbero stati dei biscotti senza uova e senza burro? Una piacevole sorpresa!
Morbidi anche per diversi giorni se conservati in una scatola di latta, se non li avessi fatti io non l'avrei mai detto che sono fatti solo con yogurt...


INGREDIENTI

farina 210 g
zucchero 90 g 
cacao 35 g
lievito 8 g
yogurt bianco 125 g
olio di semi 80 ml

PROCEDIMENTO

In una terrina mescolare la farina, il lievito ed il cacao setacciati con lo zucchero. Aggiungere lo yogurt e l'olio e impastare fino ad ottenere un composto omogeneo. Formare delle palline da 20 g, schiacciarle leggermente per dare la forma del biscotto, disporle su una teglia ricoperta di carta forno e cuocere in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti.



Si preparano in 5 minuti e sono così buoni che li ha mangiati anche Chiara, 8 anni, senza trovare nulla da ridire!!!

giovedì 4 febbraio 2016

Chiffon cake...perfetta!!!

E'vero, questa torta l'ho preparata almeno un centinaio di volte e molti sono i post sul mio blog al riguardo. E allora perché di nuovo??? I motivi sono vari...
Prima di tutto perché proprio averla fatta tante volte mi ha permesso di capire vari trucchetti per far sì che la ricetta sia infallibile ed ho pensato di metterli in questo post.
Poi perché è un po' la torta dei miei bimbi, loro la chiamano Vulcano di Zucchero!!! Praticamente ogni volta che chiedo quale dolce devo preparare magari per una festa a scuola o per la merendina con gli amichetti non ci sono dubbi, la risposta è sempre la stessa: Vulcano di Zucchero!!!
L'ultimo motivo per cui ho deciso di pubblicare un altro post con questo dolce è perché da questa settimana il mio blog ha anche una pagina facebook: Zuccherofondente ed è il mio piccolo ringraziamento per tutti quelli che hanno lasciato un "Mi piace".
Ma veniamo alla ricetta....e, prima di tutto, alla foto...


INGREDIENTI

6 uova extra-large (o 7 normali)
300 g di farina 00
300 g di zucchero semolato
8 g di cremor tartaro
16 g di lievito per dolci
un pizzico di sale
125 g di olio di mais
160 g di acqua
la buccia grattugiata fine di due limoni

PROCEDIMENTO

Inserire in planetaria gli albumi e iniziare a montare con la frusta, appena iniziano a fare la schiuma versare 100 g di zucchero mescolato con il cremor tartaro e continuare a montare alla massima velocità finché saranno ben fermi. Mettere da parte e procedere con i tuorli.
Inserire i tuorli in planetaria con i restanti 200 g di zucchero e montarli finché diventano chiari e spumosi. Aggiungere di seguito il sale, la buccia di limone, l'olio e l'acqua, sempre con la frusta in movimento ma riducendo la velocità ad ogni aggiunta.
A questo punto incorporare la farina e il lievito precedentemente setacciati al composto di tuorli, infine incorporare gli albumi in 3 dosi mescolando delicatamente dal basso verso l'alto per non far smontare il composto.
Versare nell'apposito stampo di alluminio (vedi dopo) e cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 55 minuti. Controllare che il dolce sia pronto facendo la prova con uno spiedino di legno.
Estrarre dal forno e mettere a raffreddare capovolto.
Quando è completamente freddo staccare dai bordi aiutandosi con un coltellino e  sformare.


E fin qui la ricetta....ecco invece i trucchetti di cui parlavo prima:

Per le uova io uso sempre le extra-large ed in più aggiungo 2-3 albumi che magari mi sono avanzati da qualche preparazione precedente.

E' indispensabile montare gli albumi con il cremor tartaro che serve per stabilizzare la massa, si trova facilmente in farmacia o erboristeria.

Bisogna utilizzare l'apposito stampo in alluminio, che si può acquistare nei negozi specializzati oppure on line, perchè è dotato di 3 piedini che permettono di capovolgere il dolce e tenerlo staccato dal piano mentre si raffredda, come si vede dalla foto...


Come ultimo consiglio è fondamentale che lo stampo sia ben pulito e senza alcuna traccia di grasso, altrimenti quando si capovolge il dolce scivola giù...questo non compromette il risultato dal punto di vista del gusto (mi è capitato varie volte!!!) ma la chiffon cake si ammassa e non risulta più bella alta come dovrebbe. Allora per stare sicura, oltre a lavare il recipiente con acqua bollente, ho versato del succo di limone (ma va bene anche un pochino di aceto) e poi ho asciugato perfettamente con carta assorbente.

Ah....mi raccomando, lo stampo non va né imburrato e né infarinato...altrimenti è tutto inutile!!!


E penso che con questo ho spiegato tutto quello che con l'esperienza ho imparato per fare questo dolce. Ovviamente ci sono tante varianti, a volte ad esempio sostituisco il limone con l'arancia oppure metto semplicemente della vaniglia naturale. Oppure lo preparo al cacao sostituendo 50 g di farina con altrettanto cacao amaro.

mercoledì 9 dicembre 2015

Torta 40 anni...un po' speciale (intolleranza al lattosio)

Preparare questa torta è stata per me un po' una sfida, non per la grandezza e nemmeno per la decorazione ma proprio per il tipo di torta: il festeggiato è intollerante al lattosio per questo niente latte, niente burro, niente panna fresca, niente cioccolato, niente ganache e pasta di zucchero senza tracce di lattosio!
Quindi più che una torta un vero esperimento!!!


Così per la prima volta ho preparato la Molly cake al cacao ma al posto della panna fresca ho utilizzato la panna vegetale. La farcitura è sempre con panna vegetale e, al posto della ganache, per attaccare la pasta di zucchero ho usato cosa? Ovviamente la panna vegetale!!!


Il risultato è stato davvero ottimo e, a parte l'estetica, è piaciuto molto anche il gusto.
Grazie Donatella per aver pensato a me e, soprattutto, tantissimi auguri Fabio per questo importante traguardo!!!

sabato 17 maggio 2014

Coconut macaroons o dolcetti al cocco!!!

Sempre nel libro americano di ricette che sto leggendo in questo periodo ho trovato questa ricettina per smaltire un po' di albumi che a casa mia abbondano sempre. Inoltre sono dolcetti senza lattosio e (se non finiscono) ne porto qualcuno in ufficio per una mia collega intollerante.



INGREDIENTI per circa 50 dolcetti

115 g di albumi
240 g di zucchero
310 g di cocco 
2 ml di estratto di vaniglia

PROCEDIMENTO

Mettere gli albumi e lo zucchero in un recipiente e cuocere a bagnomaria mescolando continuamente finchè il composto raggiunge la temperatura di 60°C. Togliere dal fuoco e aggiungere il cocco e la vaniglia mescolando fino ad avere un composto omogeneo. 
Formare delle palline, schiacciarle con le mani e mettere sulla placca ricoperta di carta forno. Aspettare che i dolcetti si asciughino per circa un'oretta.
Cuocere in forno caldo a 190° per circa 12 minuti o comunque finchè i dolcetti appaiono appena dorati.

 
 Il libro suggerisce di immergerli per metà nel cioccolato fondente sciolto, il che non è una cattiva idea ma per me che adoro il cocco sono già ottimi così!!!! Croccanti fuori e ancora morbidi all'interno...si sente tutto il sapore del cocco....sapore estivo in attesa di qualche bella giornata che sembra proprio non voler arrivare!


domenica 13 gennaio 2013

torta angel cake leggerissima!!!

Dopo tutti i dolci di Natale e Capodanno e dopo tutta la cioccolata e le caramelle portate dalla Befana ci voleva qualcosa di leggero. Visto che nel freezer avevo una serie di albumi da consumare ho pensato a questo dolce soffice e soprattutto leggerissimo perchè assolutamente privo di grassi!
La ricetta l'ho presa da qui ma visto che non ho trovato il cremor tartaro al supermercato l'ho un pò modificata usando una bustina di lievito.




Il risultato è una ciambella  morbidissima e da mangiare senza troppi rimorsi! Ottima accompagnata da un pò di confettura di more (come si vede nella foto).

Qui di seguito invece c'è la foto del pane preparato da mio marito che come nuovo hobby si è dato alla panificazione con lievito madre!


In primo piano il pane di semola e sul fondo il pane bianco....devo dire che è davvero buono ma per farlo ci vuole una fatica incredibile (la sua per impastare e la mia per pulire la cucina!)

sabato 23 giugno 2012

Dolcetti al cocco senza lattosio

Sempre per il mio compleanno (settimana scorsa) ho preparato dei dolcetti da portare a lavoro e offrire alle mie colleghe. Ho fatto una caprese "quadrata" e l'ho divisa in tanti quadratini monoporzione e poi ho preparato questi dolcetti al cocco, facilissimi e soprattutto senza latte, burro e derivati per chi è intollerante al lattosio. La ricetta originale prevedeva il latte ma io l'ho sostituito con l'acqua ed il risultato è stato altrettanto buono.

Ingredienti:
200 g di zucchero (polverizzato con il Bimby)
200 g di farina di cocco
2 albumi
2 cucchiai di farina
50 ml di acqua

Preparazione:
Mescolare zucchero, cocco e albumi, Aggiungere la farina e l'acqua e con il composto ottenuto formare tante palline. Metterle nei pirottini oppure su una teglia e cuocere in forno caldo a 180° per 20 minuti o comunque fino a quando prendono colore.


Questo è il risultato finale. Al lavoro hanno avuto molto successo  e mi è stata proposta la seguente variazione: sostituire un cucchiaio di farina con il cacao amaro...proverò di certo la prossima volta!!!

News

La Bella e la Bestia...la mia versione