Visualizzazione post con etichetta dolci pasquali. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta dolci pasquali. Mostra tutti i post

sabato 15 aprile 2017

Buona Pasqua!!!

Questi sono i biscotti decorati che ho preparato per mia nonna. Nonostante il viaggio, sono arrivati integri a destinazione. Ed è con questi biscotti decorati che auguro a tutti Buona Pasqua.





venerdì 14 aprile 2017

Casatiello dolce

Per Pasqua le pastiere le prepara mia mamma, la colomba mio marito e io? Qualcosa dovevo pur impastare, così ho provato a fare il casatiello dolce che è tipico del periodo pasquale soprattutto nella zona di Caserta. L'originale non l'ho mai assaggiato (devo provvedere a questa mancanza) ma il mio mi piace molto!!!o
La ricetta l'ho presa dal blog Chiarapassion ma l'ho modificata un pochino. Prima di tutto al posto del "criscito" ho usato il mio lievito madre (che dopo un anno e mezzo è ancora vivo e vegeto) e poi ho sostituito il cedro con le scorzette di arancia, sempre quelle fatte da me.



INGREDIENTI

farina manitoba 500 g
uova 5
zucchero 260 g
lievito madre 200 g
lievito di birra disidratato 1 g
sugna 150 g
latte intero 125 ml
liquore limoncello 1/2 bicchierino
buccia grattugiata di 1 limone
buccia grattugiata di 1 arancio
aroma fior d'arancio 1 fialetta
scorza di arancia candita a pezzetti 100 g

PROCEDIMENTO

Sbattere con lo zucchero, aggiungere il lievito madre tagliato in pezzi e sciolto nel latte. Mescolare bene finché non ci sono più grumi. Aggiungere la farina e, di seguito tutti gli altri ingredienti, tranne la scorza di arancia. Lavorare in planetaria per circa 30 minuti finché l'impasto non incorda. Aggiungere la scorza d'arancia  e mescolare bene. Coprire l'impasto e lasciar riposare per un'ora. Trasferire in una teglia da 20 cm foderata con carta forno fino ad un altezza di almeno 15 cm. Coprire e far lievitare fino a che triplica di volume (dalle 12 alle 24 ore). Cuocere in forno caldo a 190°C per circa 60 minuti. Fare la prova stecchino, deve uscire perfettamente asciutto.
Infine preparare la ghiaccia reale  per la decorazione, mescolando un albume PASTORIZZATO (si vendono al supermercato!), 250 g di zucchero a velo e un cucchiaino di succo di limone. Versare sul casatiello e decorare con confettini colorati, ovetti, etc.



martedì 11 aprile 2017

Uova di cioccolato decorate!!!

E anche quest'anno mi hanno commissionato un po' di uova decorate, eccole...






Confezionate per la consegna...



Grazie alle rappresentanti dell'asilo Il volo delle Colombe e a Ludovica per aver pensato  a me!!!

domenica 2 aprile 2017

Ciambella pastiera

In attesa della Pasqua iniziamo ad assaporare la "pastiera" con tutti i suoi aromi ma in versione ciambella. Semplice da realizzare, profumatissima, morbida....davvero una bella ricetta tratta dal blog laricettachevale. Come al solito io ho un po' modificato l'originale, in particolare aggiungendo cubetti di arancia candita che nella versione della pastiera di mia mamma non possono mancare.


INGREDIENTI

ricotta di pecora 400 g
uova 4
zucchero semolato 350 g
grano  cotto 100 g
scorza di arancia candita tagliata a cubetti 50 g
farina 00 400 g
lievito per dolci 15 g
olio di semi di mais 50 ml
latte intero tiepido 30 g
sale 1 pizzico
cannella 1 cucchiaino
acqua di fior d'arancio 1 cucchiaio e 1/2 (o millefiori o entrambi)
scorza di 1 limone bio

PROCEDIMENTO

Setacciare e lavorare la ricotta fino a ridurla in crema. Montare gli albumi e mettere da parte. Montare i tuorli con lo zucchero, la cannella e la scorza di limone fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere la ricotta e continuare a montare. Unire il grano, la scorza di arancia candita, l'acqua di fior d'arancio e mescolare bene. Unire il latte e l'olio. Incorporare la farina setacciata con il lievito aggiungendola poca per volta. Infine incorporare gli albumi con movimenti dal basso verso l'alto per non smontare l'impasto. Versare in uno stampo per ciambella imburrato e infarinato e cuocere in forno preriscaldato a 160°C per circa 70 minuti.






Il giorno successivo, come la pastiera originale, diventa ancora più buona perché gli aromi si amalgamano meglio!!!

sabato 26 marzo 2016

Brioche con uova sode....i piccilli!!!

Quando ero piccola il sabato prima di Pasqua veniva sempre a casa mia nonna, la mamma di mamma, e mi preparava due tipi di brioche: le treccine e quelle tonde con al centro l'uovo sodo. Se penso alla Pasqua penso a quel profumo, alla mia curiosità nell'osservarla mentre le preparava, alla meraviglia che mi faceva restare davanti al forno in attesa che lievitassero...
....senza le brioche per me non può essere Pasqua! Quindi, nonostante febbre, otite e raffreddore che ormai girano per casa da circa 3 settimane, mi sono messa all'opera e ho preparato l'impasto delle brioche con pasta madre e ho realizzato le brioche di Pasqua con l'uovo al centro. La nonna li chiamava "piccilli" ma non so se è un nome inventato da lei o fa parte della tradizione napoletana.


Nella sua versione le uova venivano messe crude e si cuocevano direttamente in forno, ma io ho preferito prima farle sode, per stare più tranquilla.



E questa è la mia colazione di domani mattina...à
Buona Pasqua a tutti e che sia davvero una Pasqua di serenità per la mia famiglia e per tutte le persone che mi circondano.


sabato 4 aprile 2015

Buona Pasqua con l'uovo temperato e decorato!!!!

Tutto pronto per Pasqua, la colomba preparata da mio marito con la pasta madre, le pastiere di grano e di riso fatte rigorosamente da mia mamma, l'agnello in preparazione (sempre Gigi) che occupa tutta la cucina e io che faccio? Ovviamente qualcosa di decorato!
Però anche l'uovo l'ho fatto io!!! E' piccolino ma l'importante è che il temperaggio del cioccolato sia riuscito...e poi è carino perchè i pulcini sono davvero troppo teneri!



E visto che ci sono riuscita, di seguito riporto il procedimento per il temperaggio del cioccolato fatto usando il microonde.

INGREDIENTI
300 g di  cioccolato fondente al 60% tagliato in pezzetti piccoli e, possibilmente, della stessa dimensione.

PROCEDIMENTO
Mettere 200 g di cioccolato in un contenitore adatto per la cottura al microonde. Impostare la potenza al minimo (io 500 Watt) e far sciogliere per 40 secondi. Estrarre, mescolare con una spatola e ripetere il procedimento. Ogni volta controllare la temperatura che non dovrà mai superare i 55°C. Quando il cioccolato è fuso e la sua temperatura ha raggiunto i 50°C, versare i rimanenti 100 g di ciocccolato e mescolare velocemente. Questo farà crollare la temperatura. Quando il restante cioccolato si è sciolto e il tutto raggiunge la temperatura di 31°C il cioccolato è pronto per essere utilizzato.
Io l'ho versato nello stampo per l'uovo facendolo aderire bene alle pareti con movimenti rotatori. L'ho messo in frigo per circa 10 minuti e, con un colpo secco, l'ho fatto uscire dallo stampo.
Se esce senza rompersi vuol dire che il cioccolato è stato temperato bene altrimenti resta attaccato allo stampo.
A me è riuscito ma in caso contrario niente panico!!! Il cioccolato si può riutilizzare tranquillamente sia così che per un nuovo temperaggio.





BUONA PASQUA A TUTTI!!!!!

News

La Bella e la Bestia...la mia versione