Visualizzazione post con etichetta dolci alla frutta. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta dolci alla frutta. Mostra tutti i post

domenica 2 luglio 2017

Crostata soffice di albicocche

Ecco un altro dolce tipico di questo periodo, un dolce con le albicocche del giardino di mio padre. A casa ne abbiamo mangiate tante...forse troppe...ma restano uno dei miei frutti preferiti. Sembra un po' strano ma mi ricordano molto le giornate trascorse al mare quando ero piccola, la merenda consumata all'ombra delle cabine, c'era il panino e poi c'erano sempre le albicocche.
Questa è una ricetta semplice, una crostata a metà, come l'ho ribattezzata io, ovvero un incrocio tra una crostata e una torta: un po' croccante all'esterno per ricordare la pasta frolla e morbida all'interno.
La ricetta originale prevedeva la confettura di albicocche ma io l'ho sostituita con albicocche caramellate, semplicissime da preparare e che preservano il gusto di questo frutto estivo.


INGREDIENTI

farina 00 200 g
farina di mandorle 50 g
zucchero 160 g
burro 160 g
latte intero 3 cucchiai
uova intere 2
tuorli 1
lievito per dolci 1 cucchiaino colmo
sale 1 pizzico
albicocche 10

PROCEDIMENTO

Per prima cosa lavare le albicocche e tagliarle a pezzi abbastanza grandi, metterle in padella con 2 cucchiai di zucchero e farle caramellare. Mettere da parte a raffreddare.
Nel Bimby inserire le farine, lo zucchero, il lievito e il sale. Aggiungere le uova e il tuorlo leggermente sbattuti e mescolare bene. Infine aggiungere il burro e il latte e lavorare rapidamente fino ad ottenere una crema.
Rivestire una teglia da 20 cm con carta forno. Versare metà dell'impasto, quindi i 2/3 delle albicocche caramellate e ricoprire con il restante impasto. Decorare con le rimanenti albicocche e con un cucchiaio di zucchero di canna. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 45 minuti.



Troppo buona per la merenda o la colazione, è stata davvero un successo....peccato sia già finita!!!


lunedì 12 giugno 2017

Torta yogurt e ciliegie

Tra una Prima Comunione e l'altra un dolcetto semplice ci voleva proprio. Anche perché sentire dire dai bambini: "In questa casa non ci sono mai cose dolci da mangiare" mi ha fatto venire le lacrime agli occhi!!! In effetti hanno ragione, nell'ultimo mese qui in cucina saranno passati non so quante torte, dolcetti e biscotti ma, nella maggior parte dei casi, noi non abbiamo assaggiato nulla!!!
E poi tra poco le ciliegie finiranno e non potevo non provare una nuova ricetta...questa mi ha conquistato per la semplicità.



INGREDIENTI

farina 300 g
maizena 100 g
zucchero 200 g
olio di mais 125 ml
uova intere 3
vasetto di yogurt bianco 1
lievito per dolci 1 bustina
ciliegie denocciolate circa 20

PROCEDIMENTO

Montare gli albumi a neve ferma. Sbattere i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere lo yogurt e l'olio di semi e mescolare bene. Incorporare delicatamente la farina, la maizena e il lievito setacciati. Infine unire gli albumi e le ciliegie. Versare in una tortiera da 22 cm di diametro e cuocere in forno  preriscaldato a 160°C per circa 50-60 minuti.




giovedì 12 gennaio 2017

Torta quattro quarti alle mele caramellate, noci brasiliane e pimento

Non c'è niente da fare, quando vedo una nuova ricetta di torta di mele la devo provare! Questa poi con le mele caramellate mi ha particolarmente ispirata. Eppure, mentre la preparavo, ho provato la sensazione che avevo già fatto qualcosa di simile, quella consistenza spumosa dell'impasto non mi era del tutto nuova...ma non riuscivo a ricordare. Poi il profumo e soprattutto il sapore hanno acceso una lampadina nei mie pensieri: è la ricetta della torta di mele di mia nonna Clara!!! Certo la nonna non la chiama quattro quarti e ovviamente non ci mette le mele caramellate ma ho controllato la ricetta e le dosi di zucchero, farina, burro e uova sono esattamente quelle...e anche lei ci mette un po' di frutta secca (nocciole per la precisione) per dare un tocco di croccantezza.
Era tantissimo che non la preparavo, data anche la presenza di un bel po' di burro ma, nonostante ne abbia provate tante di ricette, questa resta per me l'unica vera torta di mele!!!


Prima di passare alla ricetta, un piccolo doveroso ringraziamento va a mio fratello che a Natale mi ha regalato questo splendido stampo della Nordic Ware. Si chiama Jubilee Bundt e appena l'ho visto me ne sono innamorata...poi subito mi ha assalita un dubbio: ma riuscirà mai la ciambella ad uscire dallo stampo senza lasciare pezzetti attaccati in tutti quegli spigoli??? La risposta è sì, assolutamente sì!!! Il dolce si è staccato perfettamente mantenendo la sua forma! Ecco ora sto già vedendo di acquistare qualche altro stampo della stessa linea...


Ma veniamo alla ricetta che è una mia variazione su tema partendo da quella originale del libro "Una mela al giorno" di Keda Black che viene testato questo mese dal Cakes Lab. La base, come già detto, è una quattro quarti che prende il suo nome dalla stessa quantità degli ingredienti principali (farina, zucchero, burro e uova), le mele sono caramellate (vedi procedimento) e la mia aggiunta personale è data da noci brasiliane e una spezia particolare che si chiama pimento. Le noci brasiliane hanno la forma delle mandorle ma come gusto ricordano molto le noci e ho scoperto che sono molto ricche di selenio, il pimento è una spezia che qui da noi è utilizzata poco. In inglese si chiama "allspice" perché il suo aroma è una combinazione di cannella, noce moscata e chiodi di garofano che con le mele si sposano benissimo. Si presenta sotto forma di bacche, molto simili al pepe...


INGREDIENTI

Per la torta quattro quarti

burro ammorbidito 250 g
zucchero semolato 250 g
farina  250 g
uova 250 g (circa 4)

Per le mele caramellate

mele 3
succo di un'arancia (o un limone)
zucchero di canna 100 g
burro 20 g
noci brasiliane
pimento 10-15 bacche

PROCEDIMENTO

Lavare, sbucciare e tagliare le mele a cubetti, irrorarle con il succo d'arancia. In una padella far sciogliere il burro con lo zucchero, aggiungere le mele, le noci e le bacche di pimento ridotte in polvere (io ho usato il mortaio) e lasciar caramellare.
Preparare la base montando il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e molto spumoso. Aggiungere le uova una alla volta, montando bene il composto prima di aggiungere l'uovo successivo. In ultimo incorporare la farina setacciata e le mele caramellate. Versare l'impasto nello stampo imburrato e infarinato e infornare in forno preriscaldato a 180°C per circa 45 minuti. 



Il sapore e il profumo di questa torta sono davvero incredibili, davvero da provare!!!

Con questa ricetta partecipo al Contest " Crazy Taste" del Cakes Lab Test & Taste"

domenica 6 novembre 2016

Dolce in barattolo....

Per festeggiare l'onomastico del più grande fan della panna cotta, ovvero mio fratello, ho preparato questi barattolini: panna cotta alla vaniglia, ganache al cioccolato fondente, pere sotto vuoto cotte a bassa temperatura e crumble alla cannella.
Detto così sembra difficile ma in realtà basta fare le preparazioni il giorno prima, inserire la panna cotta e la ganache nei bicchieri e poi comporre il dolce prima di servirlo.



INGREDIENTI

Panna cotta alla vaniglia

panna fresca 400 g
latte intero 100 g
zucchero 100 g
1 bacca di vaniglia
sale 3 g
gelatina in fogli 8 g
acqua 40 g

Ganache al cioccolato fondente

panna fresca 100 g
cioccolato fondente 70% 100 g

Composta di pere

pere 3
1 bacca di vaniglia

Crumble alla cannella

burro 80 g
zucchero scuro di canna Alcenero 40 g
sale  1 g
cannella mezzo cucchiaino
semola per frolla SelezioneCasillo 100 g




PROCEDIMENTO

Per prima cosa preparare la panna cotta: in un pentolino inserire il latte, la panna, il sale e la bacca di vaniglia e scaldare il tutto. Intanto idratare la gelatina in acqua. Versare lo zucchero nella panna e farlo sciogliere completamente. Scaldare leggermente la gelatina idratata e strizzata nel microonde. Versare la gelatina nella panna, dopo aver eliminato la bacca di vaniglia. Dividere nei barattolini (io ne ho realizzati 5) e mettere in frigo a rassodare.
Preparare la ganache: portare la panna ad ebollizione e versare il cioccolato tagliato a pezzetti. Mescolare fino al completo scioglimento. Una volta raffreddata, con una sac a poche distribuire un sottile strato di ganache sulla panna cotta che intanto si sarà rassodata.
Tagliare le pere a cubetti e inserirle in un sacchetto per il sotto vuoto insieme alla bacca di vaniglia. Dopo aver praticato il vuoto, cuocere le pere a 85°C per 30 minuti. Raffreddare rapidamente e conservare in frigorifero.
Infine preparare il crumble: mescolare il burro con lo zucchero di canna e il sale. Aggiungere la semola e la cannella e impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo. Formare un panetto e metterlo in frigo per un'ora. Estrarre dal frigo, formare delle briciole e cuocere su una placca ricoperta di carta forno a 160°C in forno ventilato per circa 20 minuti.
Prima di servire, riprendere  i barattoli e inserire uno strato di pere e uno di crumble ridotto in briciole molto piccole.


E con questo dolce, oltre ad aver accontentato il festeggiato, ho fatto anche qualche esperimento. Prima di tutto la cottura sotto vuoto delle pere, con la macchina per il sottovuoto regalata a mio marito. Poi per il crumble ho utilizzato una ricetta di Leonardo Di Carlo ma ho sostituito la farina con la semola per frolle SelezioneCasillo, ottenendo un effetto ancora più friabile...davvero ottimo!!!




mercoledì 31 agosto 2016

Crumble alle prugne

Come dolce l'ho sempre sottovalutato, però devo dire che il crumble alle prugne non è male. Poi le prugne in questo periodo sono troppe, arrivano dal giardino di mio padre, e qualcosa mi devo pur inventare per consumarle. La confettura la prepara lui e intanto qui faccio qualche esperimento nuovo.


INGREDIENTI

10 prugne tagliate a dadini
3 cucchiai di zucchero semolato
1/2 cucchiaino di cannella in polvere

Burro 65 g
Zucchero semolato 65 g
Farina 00 100 g
Lievito  in polvere 2 g

PROCEDIMENTO

Preparare il crumble mescolando in planetaria il burro con lo zucchero, aggiungere la farina e il lievito setacciati. Formare delle grosse briciole con le mani e mettere in frigo per almeno 2 ore.
Trascorso questo mettere le prugne in padella con lo zucchero e far caramellare per circa 5 minuti.
Imburrare degli stampini in ceramica, versare le prugne e ricoprire con il crumble. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 20 minuti fino  a quando la superficie sarà ben dorata.


Si dovrebbe servire tiepido ma con questo caldo va benissimo anche freddo magari accompagnato da una pallina di gelato alla vaniglia!


giovedì 18 agosto 2016

Plum Kuchen: torta di susine sottosopra

Su un sito che mi piace molto, ilcavolettodibruxelles, ho trovato questa ricetta che mi ha incuriosito sia per il titolo, sia per il fatto che tra gli ingredienti compare il lievito di birra e non il lievito chimico...quindi ricorda un po' un lievitato, la mia seconda passione dopo il cake design.
Ora tutto ciò si unisce al fatto che questo è periodo di susine e che nel giardino di mio padre c'è una superproduzione di questo frutto. Risultato: frigo e cucina invase e quindi in qualche modo andranno pur consumate e io approfitto per sperimentare nuove ricette.




INGREDIENTI

Farina 00 240 g (io ne ho aggiunto altri 60 g perchè l'impasto risultava troppo morbido)
Zucchero 200 g
Burro 140 g
Yogurt greco 125 g
1 uovo
buccia di limone
1 cucchiaino di estratto di vaniglia naturale
25 g di lievito di birra (io ne ho usati 20 g)
60 ml di acqua a temperatura ambiente
1 pizzico di sale
7-8 susine mature ma non troppo

PROCEDIMENTO
Sciogliere il lievito in acqua. Nella planetaria inserire la farina, 150 g di zucchero, lo yogurt, l'uovo, gli aromi e il sale. Impastare e versare il lievito sciolto in acqua. Impastare ancora fino ad ottenere un composto denso. A questo punto aggiungere il burro e impastare bene. Mettere il composto a lievitare per circa un'ora. Foderare una teglia rettangolare con carta forno e cospargere con lo zucchero e il burro rimasti (io ho aggiunto anche un po' di cannella). Tagliare ogni susina in 8 spicchi e ricoprire tutto il fondo della teglia. Versare l'impasto in modo da ricoprire tutte le susine. Lasciar lievitare ancora per un'altra ora coprendo bene la teglia.
Infornare in forno preriscaldato a 180°C per circa 40 minuti o finché l'impasto risulta ben dorato. Estrarre dal  forno, far raffreddare per 10-15 minuti e capovolgere la torta.



 
E' una via di mezzo tra una focaccia e una brioche e le susine ci stanno davvero bene. Morbidissima da provare ancora tiepida o il giorno dopo per la colazione, in questo caso però va conservata in frigo.
L'unico problema che ho avuto è stato con l'impasto troppo morbido che mi ha costretta ad usare più farina, questo può dipendere dalla consistenza dello yogurt. Non ho mai provato l'originale, dovrebbe essere un dolce tedesco, ma questa versione è buonissima!!!
E poi i colori sono davvero fantastici...molto estivi...


domenica 31 luglio 2016

Crostata con crema frangipane, percoche caramellate e crumble allo zenzero

Per questa crostata ho tratto spunto dal libro "Progetto Crostate" di Federico Prodon che, tra le tante ricette, realizza una crostata con frolla rustica, crema frangipane e mele caramellate.
Ho provato a fare la sua frolla e a cuocerla nel mio stampo microforato per crostate nuovo nuovo che ho acquistato ultimamente. Però, visto che non è tempo di mele, ho sostituito questa parte del dolce con delle pesche caramellate, o meglio con le percoche, delle pesche molto sode che dalle mie parti si mangiano di solito immerse nel vino.


INGREDIENTI

PER LA FROLLA

Burro 125 g
Sale 1 g
Scorza di arancia
Scorza di limone
Farina 00 250 g
zucchero semolato 65 g
zucchero di canna 65 g
uova 50 g

PER LA CREMA FRANGIPANE

Burro 75 g
Zucchero semolato 88 g
Farina di mandorle 88 g
Tuorli 20 g
Uova 60 g

PER LE PESCHE CARAMELLATE

3 pesche percoche tagliate  a dadini
zucchero semolato 75 g
burro 10 g

PER IL CRUMBLE ALLO ZENZERO

Burro 65 g
Zucchero semolato 65 g
zenzero in polvere 3 g
Farina 00 100 g
Lievito in polvere 2 g


PROCEDIMENTO

Preparare la frolla: mettere in planetaria  il burro tagliato a dadini con la farina e sabbiare utilizzando la foglia. Aggiungere il sale, gli aromi e infine gli zuccheri e le uova. Impastare fino ad ottenere un composto omogeneo. Stendere tra 2 fogli di carta forno e mettere in frigo a riposare per almeno 3 ore.
Intanto preparare la crema frangipane: lavorare in planetaria il burro fino a renderlo morbido, aggiungere lo zucchero e poi la farina di mandorle. Infine colare a filo i tuorli e le uova. Trasferire in una sac a poche con bocchetta liscia n.6 e mettere in frigo.
Tagliare le pesche a cubetti. Mettere lo zucchero a caramellare in una padella. Aggiungere il burro e infine le pesche. Spadellare per circa 5 minuti. In uno stampo da 16 cm ricoperto di pellicola inserire le pesche caramellate formando uno strato di un cm e mettere a raffreddare in congelatore.
Infine preparare il crumble: lavorare in planetaria il burro con lo zucchero e lo zenzero. Aggiungere la farina  e il lievito setacciati e formare delle grosse briciole con le mani. Mettere in frigo per almeno 2 ore.
A questo punto foderare un cerchio microforato da 20 cm con la frolla (coppare la base e rivestire i bordi con delle strisce). Cuocere in forno a 150 °C per circa 20 minuti su tappetino microforato. Far raffreddare e comporre il dolce: distribuire un sottile strato di frangipane sul fondo, inserire il disco di pesche caramellate e ricoprire con un ulteriore strato di frangipane ed infine con il crumble.
Cuocere in forno preriscaldato a 175°C per circa 45 minuti.


Le dosi della ricetta originale sono leggermente modificate, ad esempio per il crumble ho messo una mezza dose perché con una dose intera si ottiene una quantità esagerata!
Il risultato è buono anche se troppo dolce per i miei gusti...io in genere uso meno zucchero nei dolci, ma è un fatto del tutto personale. Per il resto è stato un esperimento utile per usare sia l'anello che il tappetino microforato con il quale si ottiene una cottura uniforme anche sul fondo della crostata.


martedì 21 giugno 2016

Una cascata di bignè!!!

E nonostante la stanchezza di questo periodo, la tua richiesta di fare una chiffon cake all'ultimo minuto da portare in ufficio, nonostante tutta la casa da sistemare e i bambini da "sopportare", un dolcetto per oggi non potevo non farlo...oggi che è il tuo onomastico!!! Tantissimi auguri Gigi!!!



Bignè classico seguendo la ricetta del Maestro Di Carlo, semplici e con croqueline al cacao e poi 3 farciture: chantilly alla vaniglia con mirtilli e ribes rosso, ganache al cioccolato fondente con lamponi e cassata (ricotta, scaglie di cioccolato e arancia candita) con granella di pistacchio....



Eh sì, una volta messo in mezzo tutto, a questo punto tanto valeva impegnarsi un po'!!!!



Tantissimi auguri con tutto il cuore da me, Chiara e Carlo!!!

domenica 24 aprile 2016

Crostatine alla crema pasticcera e fragoline

In questa giornata piovosa un piccolo dolcetto per portare un po' di allegria ci voleva proprio. E visto che ai miei bimbi piace tantissimo la crema con le fragoline ho fatto queste crostate con pasta sablè, crema pasticcera alla vaniglia e fragoline di bosco.


La pasta sablè è fatta con la ricetta di Leonardo Di Carlo, mentre la crema pasticcera è la ricetta di Giuseppe Manilia, uno dei miei maestri del corso di pasticceria del Gambero Rosso.

INGREDIENTI PER LA CREMA

125 g di panna fresca
375 g di latte intero
150 g di tuorlo
150 g di zucchero a velo
30 g di amido di mais
un pizzico di sale
una bacca di vaniglia

PROCEDIMENTO
Mettere in infusione panna, latte, sale e bacca di vaniglia la sera prima. Mescolare i tuorli con lo zucchero e aggiungere l'amido. Portare ad ebollizione latte e panna, filtrare e versare a filo sulle uova. Mescolare, rimettere sul fuoco e cuocere fino a che la crema si addensa. Versare in un recipiente, coprire con pellicola a contatto e raffreddare rapidamente.


E buona domenica a tutti!!!



martedì 5 aprile 2016

Bicchierini fragole, mascarpone e pan di spagna al cacao

I miei bambini sono incredibili, a casa mangiano ogni tipo di dolce fatto da me, biscotti, brioches, torte, crostate etc., diciamo che la merenda o il fine pasto non mancano mai!!! Poi andiamo una sera a cena fuori e loro ovviamente chiedo il dolce: un bicchiere con crema al mascarpone, fragole e cioccolato....praticamente lo divorano e da quel momento questo è il dolce più buono del mondo...come non ne hanno mai mangiato in vita loro. Possibile????????????
Ok, io non mi arrendo e ovviamente preparo la mia versione...



Il pan di spagna lo avevo già (fatto per una torta foresta nera per mio fratello!), le fragole le hanno comprate Chiara e Carlo andando a fare la spesa con il papà, restava solo la crema al mascarpone e ho optato per la famosa Camy Cream.


INGREDIENTI

250 g di mascarpone
125 g di panna fresca
80 g di latte condensato in tubetto

PROCEDIMENTO

Montare il mascarpone aggiungendo il latte condensato a filo,  A parte montare la panna e aggiungerla delicatamente al mascarpone. La crema è pronta!!!


A questo  punto per montare il dolce ho coppato dei dischetti di pan di spagna e li ho messi sul fondo dei bicchieri. Ho bagnato con un pochino di succo di fragole, poi ho aggiunto la crema al mascarpone e le fragole e ho ripetuto gli strati. Piccola decorazione con un pezzetto  di pan di spagna e mezza fragola e il gioco è fatto...


Il verdetto? "Mamma lo hai fatto più buono di quello del ristorante!!!"...E vai!!!! Ho vinto la sfida!!!!.....sono soddisfazioni!!!!

domenica 21 febbraio 2016

Cherry meringue pie...crostata meringata alle ciliegie

Ancora un barattolo di ciliegie in dispensa, un panetto di pasta frolla in freezer e tanti tanti albumi da consumare...questi gli ingredienti che ho trovato ieri sera durante un giro di "ricognizione" ed il risultato è una crostata meringata alle ciliegie!!!



Avendo già tutto pronto ho solo steso la frolla e ricoperto con le ciliegie tenute qualche ora in un colino per eliminare il liquido in eccesso. Ho poi cotto la crostata per circa 30 minuti in forno preriscaldato a 180°C.


L'unica cosa che restava da preparare era la meringa all'italiana e, anche questa volta, ho seguito il procedimento di Leonardo di Carlo

INGREDIENTI

125 g di albumi + 50 g di zucchero
60 g di acqua
200 g di zucchero

PROCEDIMENTO

Versare lo zucchero (200 g) e l'acqua in un pentolino e mettere sul fuoco. Quando la temperatura dello sciroppo arriva a 115°C iniziare a montare gli albumi in planetaria e versare a pioggia i restanti 50 g di zucchero. Quando lo sciroppo è arrivato a 121°C togliere dal fuoco e versare a filo in planetaria continuando a montare finchè si ottiene una meringa lucida.

Con la sac a poche ho decorato la crostata e fiammeggiato col cannello.


E il dolce della domenica è pronto!!!
Con la meringa restante ho preparato delle meringhette al cacao che Chiara domani porterà a scuola per i suoi compagni di classe.

mercoledì 25 novembre 2015

Crostatine di ciliegie

E' arrivato il frigo nuovo e mi sono accorta che nel vecchio avevo ancora da parte della pasta frolla che chiedeva di essere usata, così stamattina mi sono messa all'opera e ho preparato delle crostatine ed dei biscottini.

Le crostatine sono riempite con le ciliegie che in estate ha raccolto mio padre nel suo giardino e che ha conservato in uno sciroppo di zucchero....buonissime!!! Devo però farmi spiegare il procedimento.




Per la pasta frolla la ricetta è la seguente:

INGREDIENTI

1 Kg di farina
500 g di burro
400 g di zucchero
160 g di uova
Vaniglia o buccia di limone

PROCEDIMENTO
Lavorare in planetaria usando la foglia il burro ammorbidito con lo zucchero, senza montarlo, ma solo mescolando. Aggiungere le uova poco alla volta e farle assorbire. Alla fine aggiungere la farina e gli aromi.


Vero è che ne ho fatte solo 2 piccole ma nel momento in cui sto scrivendo sono già quasi finite!!! Giusto una fettina messa da parte per Carlo che torna più tardi dall'asilo!!!

lunedì 1 giugno 2015

Mini chiffon cake con ganache al cioccolato bianco e gelatina di lamponi

Questa settimana Chiara ha invitato a casa delle amichette e come dolce cosa mi ha chiesto di preparare? Ovviamene Chiffon cake!!!! Questa volta l'abbiamo fatta al cacao ed è piaciuta tantissimo.
Con quello che era rimasta ho pensato di preparare un dessert, così con un coppapasta ho tagliato dei dischetti da usare come base, ho messo uno strato di ganache al cioccolato bianco e una gelatina di lamponi.

INGREDIENTI

Per la base di Chiffon Cake al cacao

6 uova extra-large (o 7 normali)
250g di farina
50g di cacao 
una bustina di  lievito per dolci 
8g di cremore tartaro 
300g di zucchero
1 pizzico di sale 
125g di olio di mais 
160g di acqua 
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
 
Per la ganache al cioccolato bianco
 
150g di panna fresca
300g di cioccolato bianco
 
Per la gelatina di lamponi
 
100g di lamponi freschi
70g di zucchero a velo
1 cucchiaio di succo di limone filtrato
1 cucchiaino di agar agar
 
 

PROCEDIMENTO
Prima di tutto preparare la Chiffon Cake al cacao. Riunire nella ciotola dell'impastatrice gli albumi, il cremore tartaro e 100g di zucchero, azionare la macchina dotata di gancio a frusta e lasciate lavorare a velocità sostenuta fino a che gli albumi non siano ben montati.
Mettere da parte il composto ottenuto e procedere con i tuorli.
Riunire nella ciotola dell'impastatrice i tuorli e i 200 g di zucchero rimasti, quindi montarli con il gancio a frusta fino a che diventino chiari e spumosi. Unire l'olio al composto con la macchina in funzione al minimo della velocità. Aggiungere il sale, l'estratto di vaniglia ed infine l'acqua azionando la macchina dopo ogni aggiunta per incorporare bene gli ingredienti.
Setacciare la farina insieme al cacao e al lievito ed incorporarla alla montata di tuorli mescolando il tutto con un cucchiaio di legno e con un movimento dal basso verso l'alto. A questo punto aggiungere gli albumi precedentemente montati in 3 volte, sempre mescolando delicatamente dal basso verso l'alto.
Versare il composto nello stampo da chiffon cake  fino a riempirlo a 3/4 della sua capienza. Infornare a 180°C per circa 55 minuti.
Una volta cotta, sfornare la chiffon cake  e farla raffreddare a testa in giù appoggiando lo stampo sui piedini di cui è dotato.
Quando la chiffon cake sarà completamente fredda, passare un coltellino sui bordi e ribaltarla su di un piatto da portata.
 
Preparare la ganache portando ad ebollizione la panna. Togliere dal fuoco e aggiungere il cioccolato tagliato a pezzettini. Mescolare fino al completo scioglimento e lasciar raffreddare il composto.
 
Intanto preparare la gelatina frullando i lamponi con lo zucchero a velo e il succo di limone. Cuocere a 90°C per 6-7 minuti (io l'ho fatto con il Bimby), aggiungere l'agar agar e mescolare bene finchè si scioglie completamente.
 
 
 
A questo punto comporre il dolce mettendo in un coppapasta un dischetto di chiffon cake, riempire con la ganache e poi con la gelatina. Mettere in frigo per 3-4 ore o comunque fino a quando la gelatina si addensa.
Sformare le mini cake e guarnire con granella di pistacchi per dare una nota croccante e un tocco di colore.
 



Con questa ricetta partecipo alla raccolta "Cioccolato e...frutti rossi" ospitata questo mese dal blog Il pan di zenzero
 
raccolta cioccolato e...

News

La Bella e la Bestia...la mia versione