Visualizzazione post con etichetta caffè. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta caffè. Mostra tutti i post

Fette biscottate al caffè

Le fette biscottate variegate al caffè sono senza dubbio le mie preferite, leggere e fragranti, buonissime e bellissime da vedere...
La ricetta è sempre la stessa con lievito madre e la trovate qui sul blog.





Buon fine settimana a chi riposerà e a chi, come me, è già al lavoro!!!!





Bundt Cake al caffè

Di frettissima ho preparato questa ciambella al caffè. La ricetta è di cuoredisedano. Io la trovo buonissima e anche i bambini!!! Di nascosto Carlo ne ha mangiate 3 fette...servendosi da solo!!!




INGREDIENTI

360 g di farina 00
10 g di caffé solubile
300 g di zucchero
4 uova
150 ml di olio di semi
160 ml di latte
90 ml di caffé ristretto
aroma di vaniglia
un pizzico di sale
1/2 bustina di lievito per dolci

PROCEDIMENTO

Preriscaldare il forno a 160°/170° C. In una ciotola setacciare la farina, il lievito e il sale.
In una planetaria o con sbattitore elettrico, lavorare lo zucchero con le uova, fino a farlo diventare chiaro e spumoso. Aggiungere, l'olio a filo e l'aroma di vaniglia. Unire la farina alternando con il caffé solubile sciolto in un pò di latte, il latte rimanenete e il caffé. 
Versare il composto nello stampo a ciambella, imburrato e infarinato e cuocere nel forno caldo per circa 50-60 minuti, fare la prova stecchino, deve uscirne asciutto e pulito. Lasciare raffreddare nello stampo per 10-15 minuti, capovolgere tiepida su una gratella.
Glassare con una glassa preparata con zucchero a velo e caffè.



Bignè tiramisù

Giusto un pochino di ritardo...circa una settimana...ma un dolcetto per l'onomastico di mio fratello Giancarlo dovevo farlo!!! Era tanto che non preparavo i bignè e questa era l'occasione giusta. La ricetta della pasta bignè è quella che ho utilizzato al corso di Aurora Cantarella, la pasta craquelin al cacao è tratta dal sito Pianeta Dessert, come pure l'idea della doppia crema per la farcitura che ricorda il famoso tiramisù. Una crema pasticcera al caffè, l'altra al mascarpone e una piccola aggiunta di gocce di cioccolato per dare croccantezza.
Vi presento quello che a casa mia è stato ribattezzato "bignamisù"...


INGREDIENTI

Pasta bignè

Acqua 125 g
Burro 125 g
Farina 00 125 g
Uova intere 225 g
Sale 1 g
Zucchero 1 g

Pasta craquelin

Burro 70 g
Zucchero a velo 70 g
Farina 50 g
Cacao amaro 10 g

Crema pasticcera al caffè

Latte 250 ml
Tuorlo 110 g
Zucchero 75 g
Maizena 20 g
Vaniglia 1/2 bacca
Caffè solubile 1 cucchiaio
Sale 1 pizzico

Crema tiramisù

Tuorlo 60 g
Zucchero 60 g
Acqua 10 g
Mascarpone 250 g


PROCEDIMENTO

Il giorno prima preparare i la pasta craqueline e i bignè.
Per la pasta craquelin mettere tutti gli ingredienti in un mixer, frullare bene fino ad ottenere un composto omogeneo. Stenderlo tra 2 fogli di carta forno ad uno spessore di 2 mm e mettere a raffreddare in freezer. Per i bignè: inserite in un pentolino acqua, sale, zucchero e burro e, appena inizia a bollire, versare a pioggia la farina e mescolare con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto asciutto. Inserirlo in planetaria e mescolare con il la frusta K. Aggiungere un uovo per volta fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Con l'aiuto di una sac a poche formare i bignè e su ognuno poggiare un dischetto di pasta craqualin della stessa grandezza del bignè. Cuocere in forno ventilato a 200°C per circa 15 minuti. Sfornare, far raffreddare e mettere da parte.
Il giorno successivo preparare le 2 creme. 
Per la crema al caffè portare ad ebollizione il latte con la bacca di vaniglia e il sale. Aggiungere il caffè solubile facendolo sciogliere bene. Versare a filo sul composto di  uova, zucchero e maizena. Rimettere sul fuoco e cuocere fino a che la crema si addensa. Raffreddare rapidamente, coprire con pellicola a contatto e riporre in frigo. 
Per la crema tiramisù preparare una patè a bombe. Si può fare anche in microonde seguendo questo metodo: versare gli ingredienti in un recipiente adatto e mescolare bene. Inserire in microonde e cuocere per 30 sec a massima potenza. Girare il composto e ripetere l'operazione fino a raggiungere la temperatura di 67°C (pastorizzazione del tuorlo). Montare il composto fino al raffreddamento. Aggiungere il mascarpone e montare fino ad ottenere una crema sostenuta. 
A questo punto tagliare i bignè e farcire prima con crema a caffè e gocce di cioccolato e poi completare con la crema tiramisù..



Ok, ci ho messo un po' di tempo ma mi sono fatta perdonare...vero Giancarlo??? Tantissimi auguri da tutti noi!!




Tarte Infiniment Café di Pierre Hermé

E nonostante tutte le difficoltà di questi giorni eccomi qui con il mio dolce di Pierre Hermé. Quando ho visto il post pubblicato da Pinella Orgiana sul suo blog ho pensato subito che dovevo partecipare a questo contest.
Inutile dire che il premio finale, ovvero un corso con il Maestro Hermé, è un sogno che mi fa quasi paura...ma, al di là di tutto, questo dolce è soprattutto per me.
Perché alla fine io torno sempre tra zucchero e farina e ogni dolce è una scoperta e un'emozione.
Questo poi è davvero sublime....vi presento la mia versione della Tarte Infiniment Cafè in versione monoporzione.







Composizione del dolce

Paté Sucrée Beurrée
Biscuit à la cuillère
Ganache al caffè
Sciroppo al caffè
Crema chantilly al caffè

Dosi per 6 monoporzioni

Paté Sucrée Beurrée
(da realizzare la sera precedente)

Burro a temperatura ambiente 150 g

Zucchero a velo 95 gFarina di mandorle 30 grUova 50 g
baccello di vaniglia ¼
Tuorli 50 g
Zucchero semolato extra fine 35 g
Farina 00 20 g
Zucchero a velo per spolverare
Panna fresca al 35% 70 g
Caffè macinato 7 g
Fior di sale 2 pizzichi
Farina 00  W< 200 150 g

Inserire in planetaria il burro a pezzetti e lavorarlo fino ad ottenere una crema. Aggiungere lo zucchero a velo setacciato, la farina di mandorle, le uova, il sale,  i semini della bacca di vaniglia e in ultimo la farina. Lavorare rapidamente fino ad ottenere una palla. Coprire con pellicola e porre in frigo a riposare.
Il giorno seguente estrarre dal frigo, inserire l’impasto tra due fogli di carta forno e stendere con un matterello cercando di ottenere uno spessore di 2 mm. Riporre in frigo a rassodare. Con un coppapasta di diametro 7 cm coppare dei dischetti e posizionarli su un tappetino di silpat. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 8-10 minuti finchè i dischetti risultano dorati. Estrarre dal forno e lasciar  raffreddare.

Biscuit à la cuillère

Albumi 35 g

Montare i tuorli con 2/3 dello zucchero finchè diventano spumosi. A parte montare gli albumi con lo zucchero rimanente. Con una spatola incorporare la farina setacciata ai tuorli e successivamente gli albumi facendo in modo da non smontare il composto. Mettere la massa in sac a poche e con una bocchetta liscia riempire uno stampo quadrato da 20 cm di lato poggiato su un foglio di carta forno. Spolverare con zucchero a velo.
Cuocere in forno preriscaldato a 200°C per circa 5 minuti. Sfornare e lasciar raffreddare.
Servendosi di un coppapasta circolare di diametro 7 cm ritagliare dei dischetti di biscuit.

Ganache al caffè
(da preparare il giorno prima)

Cioccolato bianco da copertura  di ottima qualità 100 g

Spezzettare il cioccolato e metterlo in una ciotola. Portare ad ebollizione la panna e versarvi il caffè macinato. Filtrare immediatamente e versare la panna sul cioccolato. Mescolare bene per farlo sciogliere. Omogeneizzare il composto usando il minipimer.
Versare in stampini di  silicone a forma di semisfera del diametro di 3.5 cm e metter in freezer.
Tenerne da parte una piccola quantità  che servirà per attaccare il biscuit alla base di sablè.

Sciroppo al caffè
Caffè forte 50 g
Acqua 30 g
Zucchero semolato 30 g

Preparare il caffè. Portare ad ebollizione acqua e zucchero per ottenere uno sciroppo. Versare il caffè, mescolare e lasciar raffreddare.

Crema chantilly al caffè
(da preparare il giorno prima)

Panna fresca al 35% 320 g
Gelatina in fogli 2 g
Caffè liofilizzato 1 cucchiaio colmo
Zucchero a velo 60 g

Idratare la gelatina mettendola in acqua fredda. Portare ad ebollizione la panna, aggiungere il caffè, lo zucchero e la gelatina strizzata. Versare in una ciotola, coprire con pellicola a contatto e far raffreddare rapidamente in un bagno di acqua e ghiaccio. Riporre in frigo per l’intera notte.
Estrarre da frigo, montare e, con l’aiuto di una sac a poche, riempire degli stampi di silicone a forma di semisfera. Riporre in frigo a rassodare. Inserire le semisfere di ganache al caffè e riporre in freezer.


 Assemblaggio del dolce

Disporre nel piatto i dischi di sablè, spalmarli con un sottilissimo strato di ganache al caffè. Attaccare i dischi di biscuit e spennellarli con lo sciroppo al caffè. Smodellare le semisfere di crema chantilly con cuore di ganache e poggiarli sopra i dischi di biscuit.
Spolverizzare con cacao amaro.




E qui dopo il taglio....




Grazie Pinella per questa possibilità e in bocca al lupo a tutti!!!!

Chiffon cake caffè e cardamomo

Ogni tanto la devo fare...la mia è una vera e propria dipendenza!!! Però almeno cerco di fare qualche variazione su tema per non riproporre sempre la classica. E devo dire che questa versione al caffè e cardamomo è piaciuta davvero tanto...



Per prepararla basta seguire la mia supercollaudata ricetta (qui sul blog) con una piccola variazione: preparare un caffè ristretto e mettere in infusione 3 bacche di cardamomo. Lasciar raffreddare e filtrare. Pesare il caffè e aggiungere acqua in modo tale da arrivare al peso totale di 160 g. Aggiungere 2 cucchiai di caffè solubile per rafforzare il gusto di caffè e, secondo i gusti, altri semini di cardamomo pestati al mortaio e passati attraverso un colino a maglia fine.
Per il resto il procedimento è sempre lo stesso!!!



Fette biscottate variegate al caffè

Ormai si sa che io mangio solo le fette biscottate fatte in casa però mi piace cambiare e quindi questa volta ho provato a farle con il caffè. La ricetta è sempre la stessa (qui sul blog), l'unica variazione consiste nel prendere 1/3 dell'impasto e aggiungere mezza tazzina di acqua nella quale si fanno sciogliere un paio di cucchiaini di caffè liofilizzato. Poi si stendono i 2 impasti (bianco e al caffè), si sovrappongono e si arrotolano. Da qui il procedimento è lo stesso.



Il sapore è buonissimo ma il profumo è davvero squisito...proprio quello che ci vuole per svegliarsi  in questi primi giorni di primavera!!!



Ciambella soffice caffè e cardamomo

Ogni tanto mi fisso per un ingrediente e questo è il periodo del caffè. La settimana scorsa ho preparato i biscotti e ieri invece ho fatto questa sofficissima ciambella con l'aggiunta di una spezia poco usata ma che col caffè si sposa benissimo: il cardamomo.
La ricetta che ho seguito la trovate qui, sul blog Fables de Sucre di due bravissimi food blogger che seguo da tanto tempo. Io ho aggiunto il cardamomo per dare più carattere al dolce ma se non lo avete a disposizione si può tranquillamente omettere.



INGREDIENTI

farina 00 230 g
zucchero 165 g
uova intere 2
olio di semi 85 g
acqua 85 g
lievito per dolci 16 g
caffè espresso 65 g
caffè liofilizzato 10 g
bacche di cardamomo 8-10
sale 1 pizzico

Per la glassa

zucchero a velo 125 g
caffè espresso 30 g


PROCEDIMENTO

Preparare il caffè e, quando  è ancora bollente, versarlo sul caffè liofilizzato in modo da farlo sciogliere bene e lasciar intiepidire. Montare in planetaria le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso, aggiungere l'acqua e l'olio di semi a filo e un pizzico di sale. Con l'aiuto di una spatola incorporare la farina e il lievito setacciati precedentemente. Aprire le bacche di cardamomo e, con l'aiuto di un mortaio, polverizzare i semi e aggiungerli al composto. Infine versare il caffè e mescolare bene fino ad ottenere un composto omogeneo. Versare in uno stampo imburrato e infarinato e cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 35 minuti. Sfornare e lasciar raffreddare. 
Preparare la glassa aggiungendo il caffè allo zucchero a velo poco per volta, fino ad ottenere la giusta consistenza. Decorare la ciambella con la glassa servendosi di una sac a poche.



Soffice è soffice, leggermente amara per la presenza del caffè.. Io di solito metto i dolci sull'alzatina IKEA coperta da campana di vetro e, aprendola, il profumo che sprigiona è davvero indescrivibile. Un dolce adatto per iniziare bene la giornata....e non solo!!!

Biscotti chicchi di caffè

Questa ricetta vista sul blog di cuoredisedano mi è piaciuta davvero tanto, facili da fare, belli da vedere e ottimi da mangiare!!! Questi biscottini al caffè e cioccolato fondente mi ricordano molto dei biscotti che mangiavo  da piccola, quelli con il ripieno cremoso e magari la prossima volta proverò ad inserire un cuore morbido al cioccolato. In ogni caso così sono davvero buonissimi...



INGREDIENTI

farina 00 165 g
amido di mais  50 g
zucchero a velo 40 g
cioccolato fondente 74% 90 g
caffè forte ristretto 1 tazzina
caffè liofilizzato istantaneo 2 cucchiaini
caffè macinato in polvere 1/2 cucchiaino
burro 120 g
sale 1 pizzico

PROCEDIMENTO

Far fondere il cioccolato in microonde e lasciarlo intiepidire. Mescolare bene il burro morbido a tocchetti con lo zucchero a velo. Preparare il caffè, prenderne una tazzina e farvi sciogliere i 2 cucchiaini di caffè solubile (questa è una mia aggiunta personale per intensificare l'aroma di caffè). Aggiungere il cioccolato e il caffè intiepidito al composto di burro e zucchero e mescolare bene fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungere il sale e infine versare poco per volta la farina, la fecola e il caffè macinato precedentemente setacciati. Formare una palla con il composto, avvolgerlo in pellicola e  lasciar riposare in frigo per circa 30 minuti. Formare delle palline leggermente allungate di 15 g ciascuna e disporle su una teglia ricoperta di carta forno. Incidere con un coltellino per dare la forma del chicco di caffè e infornare a 190°C per circa 13 minuti.



Sono piaciuti a tutti, anche ai bambini!!!



Chiffon cake 3 strati...cacao, caffè e vaniglia!!!

Ogni tanto il matematico che è in me si risveglia e mi torna utile per fare dolci, come in questo caso: la ricetta di base è sempre la mia supercollaudata ma questa volta ho pensato ad una variazione su tema. Tre stati, uno al cacao, uno al caffè e uno alla vaniglia.
Detto così sembra abbastanza semplice ma ci vuole organizzazione....tanta organizzazione...


INGREDIENTI

6 uova extra-large (o 7 normali)
260 g di farina 00
40 g di cacao
300 g di zucchero semolato
8 g di cremor tartaro
16 g di lievito per dolci
un pizzico di sale
125 g di olio di mais
110 g di acqua
50 g di caffè ristretto
1 bacca di vaniglia

PROCEDIMENTO

Inserire in planetaria gli albumi e iniziare a montare con la frusta, appena iniziano a fare la schiuma versare 100 g di zucchero mescolato con il cremor tartaro e continuare a montare alla massima velocità finché saranno ben fermi. Mettere da parte e procedere con i tuorli.
Inserire i tuorli in planetaria con i restanti 200 g di zucchero e montarli finché diventano chiari e spumosi. Aggiungere il sale. Dividere il composto di tuorli e zucchero in 3 ciotole: nella prima e nella seconda aggiungere 52 g di olio e 55 g di acqua; nella terza inserire 52 g l'olio e il caffè. Riprendere la prima ciotola e incorporare 100 g di farina e 5 lievito ed i semi della bacca di vaniglia. Lo stesso per l'impasto al caffè (tranne la vaniglia), mentre nella terza ciotola aggiungere 60 g di farina, 40 g di cacao e 5 lievito.Infine dividere gli albumi in 3 parti e  incorporarli nei tre impasti mescolando delicatamente dal basso verso l'alto per non far smontare il composto.
Versare nell'apposito stampo di alluminio prima il composto al cacao, poi quello al caffè e infine quello alla vaniglia. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 55 minuti. Controllare che il dolce sia pronto facendo la prova con uno spiedino di legno.
Estrarre dal forno e mettere a raffreddare capovolto.
Quando è completamente freddo staccare dai bordi aiutandosi con un coltellino e  sformare.





Ok, alla fine ho ottenuto un'ottima chiffon cake ma la cucina sembrava un campo di battaglia: 2 ciotole della planetaria, il Bimby, 9 contenitori, 3 bicchieri e 4 spatole da dover lavare ma vuoi mettere la soddisfazione????? So che solo chi ama la pasticceria può capire queste cose!!!
L'unica cosa che mi è dispiaciuta è che ieri pomeriggio il cielo si è rannuvolato proprio mentre dovevo fare le foto...vabbè, sarà per la prossima volta!


Torta tiramisù e tanti auguri papà!!!

Anche se in ritardo pubblico l'ultima torta che ho preparato in occasione dell'onomastico di papà. L'idea parte dalla sperimentazione delle varie ricette che ho realizzato al corso di pasticceria che sto seguendo  e del quale magari scriverò più in là...


Si tratta di una torta a strati composta da due dischi di pan di spagna intervallati da una crema leggera, ovvero una crema pasticcera "alleggerita" con panna e stabilizzata con la gelatina.
Il pan di spagna è realizzato con la ricetta della doppia montata, cioè montando separatamente tuorli e albumi con metà dello zucchero e cotto in teglia.
Per montare la torta ho coppato i dischi e li ho inseriti in un anello di acciaio. Li ho bagnati con i con bagna al caffè  sullo strato di crema ho messo delle scaglie di cioccolato fondente al 73%.
Le decorazioni sono realizzate sempre con crema leggera e ganache al cioccolato.


Non è venuta precisa come volevo ma le varie preparazioni sono riuscite...devo studiare ancora tanto ma fare queste cose mi dà troppa soddisfazione...


E questa torta segna anche un traguardo per papà che festeggia il suo onomastico dopo un intervento alla colonna vertebrale.
Tantissimi auguri nonnno Ciccio da me, Gigi, Chiara e Carlo!!!

Bon bon bianchi e neri...last minute

Questi dolcetti li preparo sempre quando ho poche ore di preavviso per una cena. Sono semplici, golosi e ottimi come fine pasto.

  

Questi sono preparati con amaretti, cioccolato fondente, caffè e cacao. Basta prendere 2 amaretti (quelli piccoli) e passarli per qualche secondo nel caffè zuccherato. Unirli poi con un po' di cioccolato fondente fuso in modo da formare una pallina che poi andrà passata nel cacao (amaro o zuccherato a seconda dei gusti).


E poi ci sono quelli bianchi preparati mescolando 250 g di ricotta (io uso quella di Tramonti, un paesino della costiera amalfitana dove fanno dei formaggi buonissimi!), con 100 g di cocco rapè e 150 g di zucchero semolato.


Quando il composto è ben amalgamato formo delle palline inserendo al centro una mandorla leggermente tostata e infine passo le palline nella farina di cocco.


Di solito i bianchi piacciono anche ai bambini per il loro gusto dolce mentre i neri sono i preferiti di mio marito! In ogni caso sono davvero semplicissimi e messi tutti insieme sono anche molto scenografici.


Con questa ricetta partecipo al contest di Elena e Cinzia "Finger Food dolci e salati"





News

Biscotti ai frutti di bosco

Colorare la pasta frolla in modo naturale? Questa è una bellissima idea, semplice e soprattutto buona. La ricetta originale è di Cucinama  e...